STEFANO

La contrapposizione del pensiero con chi ti è affine e, per giunta, hai considerato maestro, entra in contraddizione con gli affetti e il rispetto. Non gli ho mai chiesto conto delle posizioni non condivise: quando accettò, dopo essersi (nientemeno) iscritto, di presiedere il Pds (sapevi che per i comunisti diventavi il “padre nobile”!), poi si […]

Condividi

JIHAD TEDESCA

Se tre banche (non una sola) sono in fallimento e la vigilanza non è stata assidua, come non giustificare i tedeschi che non accettano il metodo italico. Può la “cooperazione strutturata” essere garantita nella politica militare e nell’intelligence e tenere “alla pari” il governo italiano in continuo default, diviso per fazioni perpetuamente in campagna elettorale […]

Condividi

RODOTA’

Nessuno mi ha mai detto “indomita”. Anzi “uno spirito indomito”, dopo aver corretto “una vera combattente” per evitare “il linguaggio bellico che ha sempre detestato”. Un amico. Grande.

Condividi

VELO “VAGINALE”

Non so perché sia così difficile capire che non si può imporre l’abito. Il costume rappresenta uno dei condizionamenti ideologici, ma chi si incorpora in una credenza ne vive le convenzioni come la pelle più intima. Domitila Chungara partecipò alla conferenza di Città del Messico che aprì il decennio (poi ventennio) dedicato alle donne dall’Onu. […]

Condividi

MAZZOLARI E MILANI

Due uomini, due preti, diversi, accomunati – con troppi altri – dall’essere stati costretti al “martirio” (nel senso etimologico di “testimonianza di vita”, ma anche in quello comune della sofferenza imposta) dalla Chiesa. Il Papa grandioso è stato Giovanni XXIII, che ha invitato in Vaticano don Mazzolari chiamandolo “tromba delle Spirito Santo”. Oggi il card. […]

Condividi

I LIMITI

Leggere che “l’industria diventa un museo” non è solo l’annuncio di un coordinamento tra i musei di questo tipo: significa la fine di un modo di produrre. C’è chi non se ne accorge e chi non vuole sapere e non trovare rimedi, mentre è il segnale ci ricorda che siamo obbligati a non fermarci. Si […]

Condividi

G20 DI AMBURGO

Forse nemmeno quelli di Taormina sono bene informati sul significato di averci visto un “summit”. Certo ben pochi italiani, anche tra gli informati sui diritti civili e sulla cooperazione con i paesi un tempo detti “in via di sviluppo”, sanno che siamo alla vigilia di un G20 sull’Africa. Eppure Salvini e ignobili seguaci M5S tuonano […]

Condividi

UTOPIA

Mi viene in mente che bisogna distinguere l’utopia che è un modello di “mondo possibile” tra tanti e l’utopia come fine (telos) di un cammino. Mi pare importante pensarci, perché in una modalità o nell’altra il nostro tempo ne ha bisogno. Infatti sarebbe giusto il momento di avere la mente ben proiettata oltre il quotidiano […]

Condividi

SCIOPERO

Ci fu un film storico con questo titolo, ma nessuno può credere che parli di cose simili agli attuali contratti e al welfare conquistato ma pericolante. Oggi il lavoro – fortunatamente nominato in testa alla Costituzione – è scivolato senza chiedere il permesso alla Camusso. La quale può criticare il settarismo da rivoluzione fascista dei […]

Condividi

IUS (ok) SANGUINIS (?)

Da infuriarsi: nessuno che dica che, anche se non ama i bambini e le nuove cittadinanza, fa veramente schifo parlare di “sangue” per definire perché abbiamo il diritto di stare al mondo. Non vale nemmeno nelle trasfusioni, se non c’è compatibilità.

Condividi