MA CHE FATICA, LA SINISTRA

Davvero un tormento. Non è possibile che tanti amici, tantissime brave persone continuino a soffrire perché incapaci di elaborare il lutto di una sinistra che è estinta (credetemi: nemmeno voi usate più la parola socialismo, che pure andrebbe salvata). Non erano più felici i tempi degli entusiasmi ideologici di quaranta, trenta anni fa. Eppure oggi, […]

Condividi

le idi di ottobre

LE IDI DI OTTOBRE Confronti, luglio/ag., 2015 Giancarla Codrignani I media hanno inaugurato l’estate dividendo l’opinione pubblica tra il rumore del Family Day e quello del Gay Pride. Di fatto hanno dimostrato che all’origine di conflittualità e problemi interni al mondo cattolico non stanno questioni teologiche, ma l’arretratezza dell’antropologia italica, in particolare cattolica. Il fenomeno, […]

Condividi

la politica del mangiare

LA POLITICA DEL MANGIARE pedagogika maggio 2015 Giancarla Codrignani Nella cultura contemporanea ormai tutti i dibattiti, qualunque sia l’argomento, vertono su previsioni del futuro orientabili a piacere. Sembriamo tornati, cinquant’anni dopo, ad apocalittici o integrati, conservatori o radicali, Superman o Charlie Brown. Invece sono solo rappresentazioni del ritardo nella comprensione della transizione storica che ci […]

Condividi

SINTESI GRECA

La pratica democratica del referendum: anche i radicali di Syriza sanno bene che noi meridionali e levantini siamo capaci di scrivere “no” per intendere “sì”. Dispiace che in Italia quelli che “più a sinistra non si può” dicano (e pensino) che ha vinto Tsipras.

Condividi

GOVERNATRICI

Dall’Afganistan: MAASADA MURADI, che era stata nominata governatrice della provincia di Daikundi, ha dovuto dimettersi a causa delle proteste per la nomina di una donna. Contestualmente il presidente Ashraf Ghani ha designato KHAAMA PRESS come governatrice della provincia di Ghor, un territorio di tradizione contadina talebana. Archiviamo altri due nomi nella storia della “Resistenza di genere”.

Condividi

VOLERE UN SENATO DIVERSO

Perché deve essere così difficile capire che avere due Camere perché facciano lo stesso lavoro è una pratica insensata solo italiana? Nel 2015 una perdita di tempo così non può più essere permessa: forse aveva senso (ma non tutti i costituenti furono dello stesso parere) quando le elezioni erano sfasate e poteva succedere che i […]

Condividi

MI VIENE IN MENTE…

Il 30 giugno 2005 fu votata anche in Italia la fine del servizio militare obbligatorio. Per la verità è rimasto immutato il dovere della difesa che i costituenti, con inusitato spreco retorico, hanno definito “sacro” e che è regolato dalla legge e potrebbe sempre ripristinare l’antico obbligo. Per chi si era impegnato (impegnata) per lunghi […]

Condividi

REFERENDUM

Evidentemente Angela Merkel è la tedesca tutta d’un pezzo che non è nemmeno consapevole dell’errore commesso per non aver aiutato la Grecia anni fa, quando ce la saremmo cavata con pochi milioni. Adesso dovrebbe affondare l’Europa, ma non può perché danneggerebbe la Germania. Purtroppo la grande visione federalista gode di minor fiducia proprio quando dovrebbe […]

Condividi

ALL’ “INDICE”?

Il nome del sindaco di Venezia – Luigi Brugnaro –  va memorizzato, a lode e gloria dei cittadini che l’hanno eletto e di quelli che non sono andati a votare. Le sue prime decisioni si fanno sentire anche a Casalecchio di Reno (BO), dove si trova la casa editrice Patatrak, produttrice di un libro per […]

Condividi

PALMIRA

Che cosa tremenda aprire il giornale e vedere la scena del teatro romano di Palmira aperta sulla tragedia di venticinque soldati siriani allineati in attesa del colpo mortale di altrettanti ragazzini inginocchiati e pronti a sparare. Che dolore. Anche del mio ricordo felice oggi violentato. Arrivai a Palmira a tarda sera: dopo aver lasciato i […]

Condividi