Anche Al Ghazali, che esalta l’unicità e infinitezzo di dio nella sua misericordia e amore per il finito e l’umano, lo prega di dargli il bene e non il male.

Condividi