Sembra un secolo e sono solo vent’anni che Ignacio Ramonet e Le monde diplomatique proposero l’ “Associazione per le Transazioni Transnazionali e l’Aiuto ai Cittadini”. Ci voleva il “domenicale” del Sole24Ore (davvero il giornale più “a sinistra” in Italia) a ricordare l’agenda altermondilaista di Ramonet (conosciuto con Lelio Basso): “lotta ai paradisi fiscali, opposizione alla privatizzazione dei servizi pubblici, difesa dei beni comuni…. l’organizzazione dell’opposizione a livello internazionale a vari trattati economici come il Ttip, irrispettosi della tutela ambientale, dei diritti umani e delle procedure democratiche”.
Il progetto non poteva essere vincente perché questa tassazione o partiva totalmente globale o non poteva avere applicazione perché avrebbe offerto delle vie di fuga ai capitali nei paesi non partecipanti.
Dice Stefano Risso che Ramonet era presente all’incontro del Papa con i movimenti sociali.

Condividi