La casta protegge se stessa negando le autorizzazioni a procedere e ordinando la cancellazione delle intercettazioni compromettenti. Non sono vizi nuovi: non ho archiviato il caso e non ricordo la data e i nomi, ma ho ben presente la situazione: una cantante aveva denunciato per inadempienze contrattuali il presidente del teatro “Sferisterio” di Macerata, che era deputato. Arrivati gli atti del tribunale in Commissione per le autorizzazioni a procedere (e il caso assegnato a me), ascoltiamo l’interessato che nega la sua responsabilità: era competenza del sindaco. La pratica viene restituita al giudice. Che ci rimanda le carte integrate con i risultati di una nuova indagine: il collega, presidente del Consiglio di amministrazione del teatro, era anche il Sindaco…. Una commedia di Eduardo.

Condividi