Ci mancava il Burkini. Permettere o vietare (secondo la rigorosa laicité francese) che le islamiche scendano in mare catafratte. Basta contarle: la maggioranza sta a casa e i loro maschi (oltre a continuare a giudicare puttane noi occidentali) a fare i guardiani e a cercare un marito per le figlie.
Ma se anche le italiane cretine che accettano un ballo con un figo che non è il fidanzato si prendono uno schiaffo, che senso ha parlare della libertà delle islamiche? Quale libertà, se a Mosul liberata bruciano il burqa imposto dai jihadisti ma ben accetto a padri e mariti? Il coraggio per le donne comporta andare contro non solo la propria educazione e il contesto sociologico, ma contro gli uomini di casa. Se fossero “libere” le donne, non esisterebbe questo valore della jihad.

Condividi