E’ Natale e bisognerà cercare di evitare le convenzioni. Andavano bene quando non sapevamo che erano tali e andavamo in cartoleria a comperare la letterina con un’immagine natalizia “bellissima”, a colori e con tanto oro attorno: non sapevamo che quello che ci scrivevamo sopra era irripetibile e bastava per tutti gli anni adulti a venire. Adesso diciamo frasi anche carine (chi ci riesce) e le spediamo, tutte uguali, a pacchetti per e-mail, forse per uscire un poco dalla realtà. E, infatti, sono fortunati tra noi quelle e quelli che conoscono l’infanzia non come una scansione del tempo da superare, ma un’esperienza da conservare e si conservano sempre una parte infantile. Il che è bellissimo. Per questo il blog oggi, un po’ come il Papa con la benedizione,  beneaugura urbi et orbi, di cuore…..

Condividi