Splendida performance quella del card. Krajewsky che con il cacciavite di marca bergogliana. come dice Melloni, si è calato a ricollegare l’impianto della luce (tagliata per morosità involontaria perché l’enorme fabbricato è occupato da sei anni e non ci sono destinatari delle bollette individuabili) per riattivare le lavatrici, la tv, la macchina per l’ossigeno del malato in una comunità di convivenza civile di decine di persone con bimbi che vanno scuola (e sono italiani e no). Davvero una “illegalità” superba, un “miracolo”, dice ancora Melloni, di don Di Liegro. Tra parentesi i vecchi cardinali non avrebbero saputo usare il cacciavite….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *