Lasciamo perdere le strumentalizzazioni, anche se sarebbero gradite le scuse. Ma se i giudici non rilevano irregolarità dallo studio dei 100 fascicoli sugli affidamenti dei bambini dal 2017 e dichiarano che “il sistema è sano”, sarà ora che come cittadini ci soffermiamo a chiederci dove sta andando la famiglia. Su 100 affidamenti che partono da quel di Bibiano (!), bisognerà pur verificare i genitori che non sono in grado di mantenere i figli per povertà dai genitori “incapaci” e dagli ambienti “difficili”.
Un problema grande cone non “una casa”, ma “la” casa dei cittadini che il il paese, dal paesello all’Italia intera.