Meno male. Bello l’Inno alla gioia prima della Marsigliese, anche se si ha un po’ di nostalgia del passato.
Ma la mancanza delle bandiere politiche significa che il sistema è cambiato radicalmente e i partiti sono già oltre la recuperabilità delle crisi: il populismo lo si vince solo con “i Macron”. Forse tutto è incominciato quando il Pci ha capito che la “società civile” – non si chiamava ancora così e l’espressione è già fuori corso – avanzava oltre le frontiere partitiche e votava senza fidelizzarsi. Poi sono arrivate le “liste civiche” alle amministrative; infine che solo il PD si chiama “partito”.
La sinistra, congelata da trent’anni, deve solo prendere atto, poi, se vuole, andare oltre.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *