Sì, gli americani temevano che i russi arrivassero a Tokio; ma non è una giustificazione. Nemmeno Hiroshima aveva giustificazione, ma ancora non si sapeva “quale” catastrofe avrebbe causato. Invece erano passati tre giorni quando la seconda bomba fu fatta cadere su un altro centro abitato, Nagasaki. Come se la guerra, che ormai salvava i militari e uccideva i civili, potesse rendere più omicida il leviatano che la impersona. Eppure alle stesse autorità che avevano ordinato la “pax nucleare” fu possibile, poco dopo, su quelle ceneri ancora mortalmente pericolose, fondare come vincitori la Carta dei “diritti umani” universali…. Dietro la retorica, disposti a non rispettarli. Noi, dunque, ne siamo responsabili.

Condividi