ROSSANDA

Bello il film su Rossana, fatto dalla sola amica a cui lei si consegnava (dopo aver imposto di non farne una cosa “politica”). Lei, sfregiata dall’ictus, con la mente intatta, che riceve amici (impensati: Freccero, Daverio, Fabrizio Barca) per gli auguri: il tutto con una sequenza musicale splendida e indovinatissimi spezzoni di film (Rossana a […]

Condividi

L’ANPI, MI DISPIACE….

da Repubblica/BO  21.04.2017 Bologna, 20 aprile 2017 Alla Presidenza nazionale ANPI alla Presidenza ANPI della regione Emilia/Romagna e a singoli amici e compagni —————————– Una lettera che non avrei voluto scrivervi. Soprattutto per il rispetto che porto alla compagna che ogni anno mi rinnova l’iscrizione all’Anpi e a cui oggi, con molto ritardo, per la […]

Condividi

GRAMSCI

Una bellissima citazione dall’Unità di ieri (21.04): “Il fascismo  si è presentato come l’antipartito, ha aperto le porte a tutti i candidati, ha dato modo ad una moltitudine incomposta di di coprire con una vernice di idealità politiche vaghe e nebulose lo straripare selvaggio delle passioni, degli odii, dei desideri. Il fascismo è diventato così […]

Condividi

21 APRILE

Il 21 aprile del 1945 era il compleanno della mamma e alle 5 del mattino mi svegliarono i colpi alla porta di Franco, un giovano che lavorava nella tipografia dove lavorava mio padre (che lo avevo educato antifascista) ad annunciare che “erano arrivati gli inglesi”. Andammo tutti in via Ugo Bassi dove già sfilavano e […]

Condividi

IL PATRONO

L’ordinario militare mons.Vincenzo Pelvi tempo fa nel corso di una messa alla presenza delle massime autorità militari si è permesso di “promuovere la devozione del beato Giovanni XXIII quale santo patrono dell’esercito” con il risultato che il ministero della Difesa ha subito definito nel sito: “patrono dell’esercito”. Non è contraddizione. E’ eresia.

Condividi

I DOVERI (zagrabelsky)

Z. ha pubblicato un libro per dire che con lo stato attuale dei “diritti” non si sa più da che parte andare per creare “un mondo migliore” e propone di fissarci sui “doveri”. Politicamente significa esporre i popoli all’obbedienza a chi si fa maestro. Solo conoscendo i diritti sei libero di adempiere i doveri. Se […]

Condividi

IL CARTEGGIO DI GOBETTI

Pubblicato il carteggio di questo ragazzo  straordinario, eppure – per come ragionava mentre cresceva il fascismo (o Beppe Grillo) “ordinario”. Perché oggi tutti sono d’accordo con lui ufficialmente. Ma nessuno ha imparato a leggere i tempi. Possibile?

Condividi

FRANCESCO SCHERZAVA

E stata una pratica “gesuitica”: le donne possono essere “autrici” di una predicazione, ma non predicare con la propria voce. La parola detta al venerdì santo è stata recitata da voci anche femminili, non c’è stata nessuna predicatrice. Quindi la cosa “straordinaria” è stato l’uso di un’intelligenza omologata, senza autorità. Sempre la voce rimossa di […]

Condividi

EVA

Non si sa se Eva e Adamo discutessero la sorte dei loro figli e se furono d’accordo nel piangere Abele e Condannare Caino. E’ lecito pensare che il Signore (“chiunque ucciderà Caino subirà sette volte la vendetta”) fosse in sintonia con Eva che, quando partorì il primogemito, aveva gridato “ho acquistato un uomo dal Signore, […]

Condividi

FRANKENSTEIN

E’ ancora una metafora valida. Byron nel giugno del 1916 – siamo all’inizio della rivoluzione industriale, è finita l’epopea napoleonica e c’è paura del futuro – propone agli amici di scrivere un racconto sull’irrazionale. Mary Shelley (figlia di Mary Wallstonecraft e di William Goodwin scrive Frankenstein o il novello Prometeo, lo scienziato che, fiducioso della […]

Condividi