GUENTHER ANDERS e l’oscenità delle guerre

“L’inadeguatezza del nostro sentire, il suo fallimento è ciò che rende possibile la ripetizione di queste terribilissime cose, ciò che facilita il loro accrescersi, ciò che probabilmente rende inevitabili questa ripetizione e aumento. Infatti ad inceppare non sono solo i sentimenti dell’orrore e della compassione, bensì anche il sentimento della responsabilità che si arresta non […]

Condividi

IRLANDA. ABORTO E COSTITUZIONE REFORMANDA

Bene, i reazionari non ci credevano, ma è rimasta l’Irlanda del Nord e Malta a negare una legge necessaria alle donne: 63,4 di maggioranza. Adesso tocca alla Costituzione. Che attualmente recita: “Lo Stato riconosce il ruolo delle donne nella casa e garantisce che nn siano obbligate a lavorare per non trascurare i loro doveri di […]

Condividi

POESIA A 11 ANNI

La nipote di un’amica ha vinto un premio per un concorso di poesia della sua scuola: R E S T A Resta, così andiamo in piscina. Resta perchè insieme non abbiamo mai visto le balene. Resta perché ci completiamo come panna e cioccolato nel gelato di un bambino. Resta, così facciamo le capriole. Resta perchè […]

Condividi

SE TI ALLONTANI DUE GIORNI

Ho trascorso un bellissimo fine-settimana con gli amici di Bologna festival: a Versailles, per ascoltare il Faeton di Lulli nel teatro di corte di Luigi XIV: notevolissimo, soprattutto per quel che il pubblico si dà da sé al proprio desiderio di suggestione, un po’ meno per la mise en scene. Una, poi, torna a casa […]

Condividi

SALVINI E DI MAIO: le comiche

Diventeremo lo zimbello dell’Europa. I politici italiani che abbiamo mandato negli anni al Consiglio europeo non brillavano per autorevolezza, meridionalmente ossequenti per nascondere il cappello. Tranne, forse, il momento de Trattati di Roma, quando la città storica era senza buche reali e metaforiche. Due comici che nemmeno fratelli De Rege mitizzati dai bisnonni. Salvini, uno […]

Condividi

IL 2 GIUGNO 2018: il vescovo

Nessuno sta ricordando che la liberazione compie 70 anni nel momento dell’applicazione di una sua Costituzione democratica. Non ho particolare consuetudine con la parola patria, ma se in questi tempi bisogna nominarla, la patria è quella del 1948, nata dalla sconfitta del fascismo e di una guerra mondiale per il sacrificio di tanti che l’anticiparono a […]

Condividi

DA WEIMAR ALLA TAV

E’ un peccato che siano troppo pochi quelli che conoscono che cosa sia stata Weimar, non in quanto città, ma come punto di riferimento politico della Costituzione più moderna nata dalle elezioni tedesche del 1919: la data di inizio è significativa, come quella della fine definitive con le elezioni del 1933 e la vittoria nazionalsocialista. […]

Condividi

MATTARELLA il giorno più difficile

Ho appena ascoltato le parole di Mattarella dopo l’abbandono del mandato da parte del prof. Conti. Parole che lasciano addolorati e preoccupati oltre misura. Ci sarà finalmente qualcuno – tra gli amici che pretendevano di sapere che il referendum per la riforma degli ordinamenti (e non dei principi) della Costituzione era da respingere -che riconoscerà […]

Condividi

UNITA’ AFRICANA

E’ noto che a marzo, a Kigali in Ruanda, è stato siglato da 44 Stati (su 55) il CFTA (Continental free trade area) con cui si prevede un mercato unico africano con abolizione dei dazi al 90 % delle produzioni, anche se la qualità non è ancora definita. Coinvolti 1.200 milioni di persone e 2.500 […]

Condividi