Sono contenta che il governo italiano abbia ritirato per consultazioni l’ambasciatore in Egitto. Il nostro povero Regeni lo esige.
Non è detto né che sia prassi normale dei governi, né che sia mai stata praticato a difesa dei diritti umani dall’Italia. Sono certissima, anche se non ricordo esattamente la circostanza, di aver chiesto il ritiro dell’ambasciatore dal Salvador, dove gli squadroni della morte imperversavano nei villaggi ingigeni, dove fu perseguitata e uccisa Marianela Garcìa Villas e dove il colonnello D’Aubuisson fece assassinare il vescovo Romero sull’altare.
Il Salvadoregno allora era governato dalla Democrazia Cristiana: non fu ritirato nessun ambasciatore e, per quel che ricordo, nessuno rispose all’interrogazione.
Continuo a non trovare il passato migliore dell’oggi.

Condividi