Scalpore per i miliardi spesi dalla cooperazione internazionale prevalentemente in stipendi e corruzione. Ma, per esempio,  il volontariato in Italia – che non avrebbe mai dovuto essere confuso con il Terzo-settore e il No-profit – è davvero “volontario” (ricordo le precisazioni linguistiche di Giovanni Nervo, presidente poi rimosso della Caritas) o viene riconosciuto come lavoro spesso sfruttato ma “nobile”?

Condividi